Sistema Giudiziario

Crediti: DAT STUKA per LSC Roleplay, non è permessa la copia.

Questa guida ha lo scopo di introdurre brevemente tutte le feature fondamentali del sistema giudiziario del server, che a livello IC è stato dettagliato con un registro simile alla normativa reale, rendendolo tuttavia di più difficile comprensione per l’utente non addetto ai lavori.

Introduzione

L’adozione di nuovi standard riguardanti il sistema giudiziario, completamente diversi da quelli a cui siamo abituati, è stata una delle coraggiose scelte dello staff di lscfive.it orientate a rimodellare verso un ambiente di gioco più armonioso la vita del server. Quelli di cui andremo a parlare in questa guida sono sistemi semplici rivolti a due obiettivi:

Il primo, quello di eliminare il Jail OOC associato alla pena IC, pratica fastidiosa e che in molti casi non porta alla creazione di nuovo roleplay, salvando così più tempo per la vostra interpretazione.
Il secondo, quello di creare nuove opportunità, che permettano di ruolare la pena anche senza costringere chi la subisce a essere costretto fra 4 mura, spesso da solo, e allo stesso tempo creare sistemi più interessanti anche per chi non la subisce (giudici, avvocati, carcerieri, educatori, e altre figure).

Il sistema, l’arresto

Il primo approccio col sistema giudiziario penale è spesso un arresto effettuato dal Los Santos Police Department. Il LSPD effettua un arresto in due casi: un mandato pendente nei confronti dell’imputato o un crimine flagrante. Esiste una alternativa più blanda, ossia il mandato di comparizione, che chiede all’imputato di presentarsi autonomamente all’udienza senza uso della forza.

Nel primo caso le cose vanno grossomodo in quest’ordine:

  1. Il Police Department scopre che si è verificato un qualche reato, inizia a indagare e si presenta davanti al giudice per far presente gli elementi di cui è a conoscenza e ottenere mandati di perquisizione se necessario.
  2. Una volta che il Police Department ritiene di avere abbastanza prove richiede un mandato di arresto al giudice, ed esegue l’arresto dei sospettati.
  3. In tutti i casi meno le accuse di omicidio, dopo aver sbrigato le formalità la persona sarà rilasciata in regime di Parole (vedi sezione n°3), mentre in caso sia accusata di omicidio dovrà attendere la prima udienza in cella (sia che si dichiari colpevole sia che si dichiari innocente). La prima udienza (Arraignment) avviene entro 24 ore dall’arresto.

Nel secondo caso invece:

  1. Un agente del Police Department vede con i suoi occhi un reato, e se ritiene di avere un certo livello di certezza del fatto che una persona ne sia responsabile la arresta senza mandato.
  2. La persona viene immediatamente trasportata verso la centrale di polizia di riferimento, dove gli verranno garantiti i suoi diritti di Miranda, e potrà scegliere se dichiararsi o meno colpevole.
  3. In tutti i casi meno le accuse di omicidio, dopo aver sbrigato le formalità la persona sarà rilasciata in regime di Parole (vedi sezione n°3), mentre in caso sia accusata di omicidio dovrà attendere la prima udienza in carcere (sia che si dichiari colpevole sia che si dichiari innocente). La prima udienza (Arraignment) avviene entro 24 ore.

Il sistema, i processi

Il processo è il percorso che una persona affronta già prima di essere arrestata e che si conclude con la sentenza (di condanna o di assoluzione). È un momento delicato che deve sottostare a due compromessi, essere giusto ed essere rapido, in modo tale da non essere vissuto come una tortura ma bensì come un momento di gioco come tutti gli altri.

La struttura completa dei vari tipi di processo può essere reperita nelle leggi IC, ma per la buona riuscita di questa guida ne daremo una breve descrizione approssimata.

Il processo si compone di sei fasi: l’udienza preliminare, la chiamata in giudizio, la fase predibattimentale, il dibattimento, il verdetto, e infine la sentenza. La presenza dell’imputato è tuttavia richiesta solo nella chiamata in giudizio e nel dibattimento.

In generale l’accusa chiede l’arresto nella Preliminary Hearing, l’imputato viene portato di fronte al giudice nell’Arraignment, di fronte al quale si dichiara colpevole o innocente, seguono poi le fasi predibattimentali per organizzare il processo. Dal momento dell’arresto all’inizio del dibattimento non devono passare più di 48 ore, 24 se l’imputato viene trattenuto in prigione nel frattempo (opzione ammissibile solo se le accuse sono di omicidio o prevedono un ergastolo).

Nel dibattimento principalmente vengono interrogati i testimoni di fronte alla giuria, sia dall’avvocato dell’accusa (procuratore) sia dall’avvocato della difesa. Se tutti i testimoni sono presenti può essere svolto in una sola udienza, ma se la difesa preferisce aspettare per sentire testimoni che non possono essere in aula in quel momento (ICly o OOCly) viene fissata una seconda udienza.

Il verdetto serve a stabilire se l’imputato è colpevole o innocente

Viene generalmente dato da una giuria composta almeno da 6 persone fino a un limite massimo di 12, ognuno dei suoi componenti viene accettato sia dall’accusa che dalla difesa quando viene formata (nelle fasi pre dibattimentali). Tuttavia se la difesa preferisce il verdetto può essere dato direttamente dal giudice, accelerando i tempi.

Tutti i componenti della giuria devono essere d’accordo sul verdetto, altrimenti il giudice può scegliere se emanare lui stesso il verdetto o ordinare alla giuria di rifletterci più a lungo.

La sentenza serve invece a stabilire la pena che l’imputato dovrà servire, è stabilita dal giudice in accordo con le leggi secondo le modalità che vedremo nella prossima sezione. È importante ricordare che se la giuria condanna un imputato che il giudice ritiene innocente, esso può comunque assolverlo stabilendo una pena nulla, questo per evitare decisioni azzardate da parte dei giurati. Al contrario, il giudice non può mai condannare una persona che sia stata assolta dalla giuria.

Il sistema, le pene

Innanzitutto, come già spiegato, ad eccezione dei casi più gravi, non esiste una pena detentiva vera e propria, ma il sistema lascia in libertà sostanziale i colpevoli pur con una serie di limitazioni di movimento e di controlli aggiuntivi. Se questo può far pensare che manchi il fattore “punitivo” che dissuada dal commettere crimini il giocatore medio, bisogna far presente che questo è sostituito dal tempo sottratto dal procedimento penale (arresto iniziale, processo) e dall’eventuale detenzione (piuttosto lunga)  in attesa del processo nei casi di omicidio, provvedimento che ha il preciso scopo di limitare il più possibile le uccisioni a cuor leggero. Quest’ultimo aspetto ulteriormente rinforzato, nei casi di CK, dal possibile lifetime jail (vedi conclusione). Detto questo:

Il sistema delle pene è organizzato secondo due modalità di detenzione.

La prima, la Parole State Program (libertà condizionata) , non prevede la reclusione in carcere o il controllo full time del detenuto, il quale è semplicemente obbligato a non allontanarsi dalla propria residenza per motivazioni che non siano lavorative. In più potrebbero essere imposti lavori socialmente necessari e perquisizioni casuali o altri controlli. Questa pena ha l’obiettivo di non allontanare chi commette reati minori dal suo ambiente Roleplay

La seconda, la County Jail Custody, prevede la reclusione presso strutture penitenziarie secondarie, ma può essere applicata solo se ci sono abbastanza detenuti e abbastanza personale da creare un microambiente di gioco all’interno dell’ambiente carcerario. Questa modalità prevede anch’essa lo svolgimento di lavori socialmente necessari.

La prima modalità viene utilizzata per tutte le condanne al di sotto dei 4 giorni, e per le condanne fra i 4 e i 7 giorni di persone incensurate. La seconda modalità viene utilizzata in tutti gli altri casi. In entrambe le pene violazioni dei termini della detenzione possono portare a aumenti di pena.

Esiste una terza opzione applicata ai crimini più gravi (omicidio premeditato e superiori) che prevede la reclusione permanente, sul piano OOC viene trattata come un character kill, con approvazione preventiva dello staff. Questa opzione viene tradizionalmente associata a due eventualità, la condanna per un precedente CK o la condanna dei capi di una fazione criminale con numerose imputazioni. Ovviamente è comunque associata a un processo e anche solo la riduzione del capo di imputazione potrebbe significare una pena “normale” invece dell’ergastolo.

Crediti: DAT STUKA per LSC Roleplay, non è permessa la copia.